In America è l’Alba della democrazia per la cannabis libera, in Italia continua il lento tramonto dei Diritti

alba
In America c’è chi si alzerà tra poco, soddisfatto, e con il sorriso rollerà la sua cannetta.
Poi andrà a votare per la cannabis legale nel suo Stato.
 
In Italia continuiamo a delegare a degli ignoranti (in materia) una riforma che LORO STESSI NON VOGLIONO.
 
Forse è il momento, seriamente, di ragionare su questa interpretazione farlocca di “Democrazia Rappresentativa”.
 
Dove è il volere del popolo? Dove e come viene misurato su queste questioni? Chi rappresenta in Parlamento questa mozione PURA E SEMPLICE DI LIBERTA’ PER LA PIANTA?
 
Forse sarebbe il caso, al posto di proporre modifiche costituzionali che al cittadino entrano da un orecchio ed escono dall’altro, di introdurre STRUMENTI VERI DI DEMOCRAZIA, senza aggiungere nessun aggettivo. Solo DEMOCRAZIA.
E non mi si venga a intortare con la favola del “nella riforma costituzionale vogliono introdurre il referendum propositivo”.. SI! Con 500.000 firme (oppure 800.000) e un quorum assurdo boicottabile facilmente dal potere centrale!
Inoltre nella riforma costituzionale non viene indicato come svolgere questo nuovo strumento referendario, e viene rimandato tutto ad un altra legge ancora da fare, chiaramente per EVIDENZIARE CHE NON SI VUOLE FARLO!! Altrimenti perchè non spiegare bene il dettaglio come hanno fatto per le “nuove raccolte firme” e le “nuove proposte di legge popolari”?
Sanno soltanto prenderci in giro, senza nemmeno spiegarsi bene.
E sanno usare solo trucchetti politici per girare le cose a loro vantaggio.
 
Andiamo al voto e vediamo il volere dei cittadini, altro che riforme, proposte di legge, pdl farlocche, emendamenti.
 
Una semplice domanda: Volete che sia possibile che ogni persona maggiorenne possa coltivare fino a 5 piante per uso personale e che si possano creare attività per la vendita legale ai maggiorenni di prodotti della cannabis e suoi derivati?
 
Fino a che questo non verrà chiesto al popolo, saremo sotto DITTATURA, altro che DEMOCRAZIA RAPPRESENTATIVA.
 
Il resto sono chiacchiere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *