Ciao “Frizzone”, porta il tuo sorriso in paradiso.

Mi piace chiamarlo come l’ho sempre chiamato, in simpatia, come fosse un amico di famiglia. Perchè era questo per me, “Frizzone”. Un grande uomo.

Un uomo che non ha mai avuto bisogno di parlare male di qualcuno. Non era nella sua natura. E nessuno ha mai parlato male di lui, perchè non ne ha mai dato motivo. Sempre corretto, onesto, sincero. Qualità che ha sempre trasmesso nel suo inarrestabile sorriso.

Oggi ci lascia una persona gentile, uno dei grandi uomini di spettacolo della Televisione Italiana, ma l’insegnamento che ci ha lasciato non andrà perso: un sorriso può fare stare meglio le persone, ed anche sè stessi.

Le persone grandi attraversano l’esistenza in punta di piedi, con riservatezza, quasi senza dare fastidio. Ti accorgi del loro valore solo quando non ci sono più.

Stasera l’appuntamento serale con la cena in famiglia sarà triste per tanti italiani. Mancherà quel sorriso che ti faceva rendere conto che, di fatto, siamo tutti uguali

Fabrizio Frizzi è un esempio. Un esempio di come l’uomo è superiore all’artista, al personaggio. Un raro esempio.

Da quando ho messo piede in questo mondo mi hai accompagnato da quello schermo.

Ti ho visto crescere e, mi piace, pensarlo, anche tu mi hai visto crescere. Da quello schermo hai portato un sorriso contagioso a milioni di persone, con i tuoi programmi, con la tua auto ironia, con la tua semplicità di essere quello che eri davvero, semplicemente un uomo.

Ti ho sempre apprezzato perchè non hai mai raccontato quello che non pensavi. E quando, messo alle strette, dovevi prendere posizione, lo hai sempre fatto con estrema razionalità e rispetto di chi non condivideva la tua opinione. Ripeto, un esempio raro di come dovrebbe essere un uomo.

E’ questo che mi piace pensare: che sei stato il fratello, il papà, lo zio che tutti vorremmo avere. Che dovremmo avere. Che dovremmo essere.

Un altro grande insegnamento che mi hai trasmesso è la dimostrazione di ciò che significa essere umile. Travolto dal successo giovanissimo, sei sempre stato te stesso. E sei sempre stato sorridente. Non esiste una tua foto nella quale non stai sorridendo. Questa cosa sembra banale, ma non lo è affatto. Grazie davvero per questi insegnamenti, portati dal tuo esempio.

Oggi ci lascia una persona buona.

Ciao “Frizzone”, porta il tuo sorriso in paradiso.

 

(Visited 63 times, 1 visits today)

2 Replies to “Ciao “Frizzone”, porta il tuo sorriso in paradiso.”

  1. Dott. Rosa, ricordo con grande piacere là scene del film di Tornatore:Nuovo cinema paradiso,quando Toto’era in partenza e Alfredo gli disse : Toto’ tutto quello che fai amalo,come hai amato la cabina del Paradiso. Il lavoro deve essere passione. Girare come al criceto ahimè sulla ruota è noia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *