Il VicePresidente del PD alla Camera Roberto Giachetti si fotografa mentre fuma una canna

giach

«E così sia…».

Il vicepresidente del Pd alla Camera Roberto Giachetti ha pubblicato su Facebook un selfie che lo ritrae a casa sua mentre si fuma una canna.

Decisamente importante come dichiarazione e come ammissione, sicuramente fondamentale rendersi conto comunque che, purtroppo finora, il 99,9% delle “canne” che si fumano in Italia portano guadagno DIRETTO alla criminalità organizzata ed alle narcomafie.

Tutto questo perchè si insiste nel voler necessariamente svincolare prima di tutto l’uso personale che la condotta che lo anticipa, ossia la coltivazione personale.

Così facendo si è arrivati alla situazione attuale dove paradossalmente si rischia molto meno a fumare cannabis pubblicamente rispetto a coltivarla, per uso personale, nel proprio domicilio privato.

La legge che giustifica i “mille usi” solo per creare in realtà un gran bel business (canapa industriale, cannabis terapeutica, canapa alimentare, cannabis solo cbd, ecc.) ma che ASSOLUTAMENTE VIETA al cittadino di POTER COLTIVARE la pianta per uso personale; stiamo scherzando? E chi mai poi andrebbe a pagarla a peso d’oro per fumarla? Chi mai pagherebbe il triplo i semi di cannabis rispetto a quelli del geranio? Chi mai non avvierebbe una azienda legale, magari locale, se fosse liberalizzata?

Invece molto meglio stare in questo limbo, dove chi ha le mani in pasta trova spazio nel business,oppure ci entra chi ha denaro contante e agganci, e gli altri si accodano o attendono sognando un mercato libero che proprio nessuno che conta in realtà vuole, per paura di perdere il grande profitto che oggi ha.

Siamo in uno Stato di cose dove non si rischia quasi nulla a fumare una canna in pubblico (comprata quasi sicuramente dal mercato nero) ma si rischia l’arresto se ci si estrania da questo mercato criminale e si coltiva per uso personale.

Tornando alla “dichiarazione” di Giachetti, la prendo come una ottima provocazione, sperando che la prossima foto sia con la sua piantina di cannabis autoprodotta.

Stefano Auditore

 

2 Replies to “Il VicePresidente del PD alla Camera Roberto Giachetti si fotografa mentre fuma una canna”

  1. Con la ” droga” si incrementa il busines “giustizia” incarcerati uguale: mangiatoia per avvocati, giudici, polizia, guardie carcerarie..etc…ecco perché non conviene a ste merde Legalizare..

  2. Se un fuma un toscanello o una canna sinceramente alla fine conta poco secondo me.Invece L’articolo che segue la foto nel sito e’ proprio il nocciolo del perche’ non si lasci coltivare per uso personale e non si ammetta neanche un tipo di depenalizzazione verao una legaizzazione perche’ in italia vogliono guadagbrci il piu’ possibile e noin gli iporta del come o del giusto o sbagliato.Anche altri paesi fanno soldi grazie alla vendita della cannabis guarda l’Olanda,o in Uruguay vendendo le sigarette di cannabis con la differenza fondamentale che differentemente dall’Olfanda l’Uruguay permette anche la coltivazione ad uso personale,in Italia invece o la compri con mille costose difficolta’ ad un prezzo assurdo per usi medico e devi avere gravissime patologie e medici non veri, oppure la compri per strada tra’ mille pericoli senza neanche sapere esattamente la qualita’ del prodotto finanziando le mafie in generale ed in particolare nel gestire i loro traffici delle droghe pesanti. Perche’? In gergo la canapa e’ chiamata dai mafiosi “oro verde”? Perche’ solitamente e’ grazie alla canapa che essendo facilmente coltivabile da chiunque (a bassissimo costo e con un ciclo continuo)che un clan da inzio ad un proprio traffico di cocaina senza intermediari con la fonte ed e’ poi con gli stessi soldi della traffico canapa innterrotto che lo gestiscono,ossia pagano merce e costi vari,facendo cosi’ in modo che con in guadagni stellari delle droghe pesanti poi i clan si infiltrano nel tessuto politico o sociale un una maniera definitiva non che lo siano comunque ma, con certi capitali si puo’ partecipare a cordate ad investimenti cosi importanti e cosi’ ampi che una volta mischiato il capitale(gia’ precedentemente pulito in maniera classica tipo un bar,un ristorante,un centro commerciale) si perde tra gli altri capitali e chi porta certi capitali entra quasi(dico quasi perche’ in realta c’e’ tutta una preparazione su chi dovra essere l’onesto mafioso instruito a dovere lo allevano) di diritto onestamente nel tessuto sociale e politico e li’ si fa’ ancora piu’pericolosa l’infiltrazione mafiosa e perche’ li stato italiano non blocca questo ciclo?Perche’ non gli basta gudagnarci(scarto a priori l’urugay perche’ non lo farebbero mai) come l’olanda che tra’ turismo ed indotto gia’ ha un ritorno molto importante e se poi ci aggiungiamo il guadagno sul prodotto e’ veramente tanto,e’ stato calcolato che nel giro di due anni se in italia fosse fatta in legalizzazione simile a quella olandese azzereremmo il debito italiano,ma a chi comanda non basta vogliono guadagnarci di piu’ non gli fotte un cazzo nemmeno che ci sarebbero centinaia di migliaia di posti di lavoro, volgliono il massimo anche se rovivnano le vite di tante persone malati che non possona permettersi certi prezzi,ragazzi che fumano e per due piante si trovano a dover affrontare 3-4 anni se gli dice bene perche’ se decidono che e’ ai fini di spaccio anche se non e’ vero rischi fino a 20 anni e che chi non essendo parte di quel mond dopo 40 giorni si ammazza per non parlare di chi viene ammazzato (in questo specifico caso vedi Aldo Bianzino)non importa che siano mafiosi o politici perche’ tanto primo sono la stessa cosa,secondo vogliono tutto non gliene frega un cazzo se chiunque altro vive o muore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *